info@mybulgaria.it         Tel / WhatsApp +359 877 620 564         Skype MyBulgaria

Domande Frequenti

Sí, in Bulgaria esiste la sanitá pubblica ma per il momento non è ancora al livello di quella Italiana. Si raccomanda di stipulare una assicurazione sanitaria valida anche in Bulgaria cosí da essere coperti in caso di bisogno.
Solitamente non è richiesto, a meno che non ne abbiate espressamente bisogno. Potete decidere di domiciliare la vostra azienda presso uno studio legale.
L’accordo prevede subito 7,6 bilioni di euro da investire nella politica di coesione. Altri finanziamenti sono stati dati anche per incentivare il settore rurale (2,3 bilioni di euro) e quello della pesca e marittimo in generale (88 milioni di euro).Oltre a questo, gli investimenti europei mirano ad incentivare l’occupazione e la crescita economica attraverso politiche che vanno a sostenere l’istruzione, la formazione e l’innovazione.
Sì, la patente di guida italiana è valida e può essere utilizzata per circolare in Bulgaria senza alcun problema.
In Bulgaria esiste un divieto costituzionale che vieta agli stranieri di possedere la terra; tuttavia con la legge sugli investimenti esteri sono state rimosse alcune restrizioni all’acquisto di terreni da parte di imprese locali registrate a partecipazione straniera.
Le forme societarie più usate in Bulgaria sono le S.r.l. che si distinguono in Società Unipersonale (EOOD) e Società con più soci (OOD). 
Di norma questa è un’eventualità che accade spesso perché di solito le aliquote sono diverse fra Stato e Stato.Se l’aliquota fiscale nel paese in cui si lavora, nel nostro caso la Bulgaria, è più elevata di quella del paese di residenza, allora sarà questa che si dovrà versare allo Stato.Anche se la suddetta aliquota è compensata dall’imposta applicata nel vostro paese di residenza (o se siete esonerati da qualsiasi altra operazione), l’aliquota più elevata sarà sempre quella da versare.Ci può essere anche il caso che, per poter beneficiare degli sgravi fiscali per doppia imposizione, dobbiate dimostrare la vostra residenza effettiva e l’avvenuto pagamento delle tasse.Per ulteriori informazioni è sempre comunque necessario recarsi presso le autorità fiscali per sapere quali documenti presentare.
Il rischio di essere sottoposti a doppia tassazione si configura solo quando:
  • Si vive in un paese dell’UE ma si lavora in un altro.
  • Si viene mandati all’estero per un breve periodo.
  • Si vive e si sta cercando un lavoro all’estero e si è chiesto il trasferimento dell’indennità di disoccupazione dal paese di origine a quello attuale.
  • Si vive come pensionato in un paese ma si riceve la pensione in un altro.
Quindi se vi trovate in una di queste situazioni, dovete tener presente che il fisco italiano potrebbe imporvi il pagamento delle tasse anche in Italia.Fortunatamente però la Bulgaria ha aderito agli accordi europei contro la doppia imposizione, prevedendo che:
  • Le tasse pagate nel paese in cui si lavora verranno dedotte da quelle versate nel paese di residenza.
  • Il reddito percepito nel paese in cui si lavora potrebbe essere considerato imponibile solo lì ed essere esente dalle imposte nel paese di residenza.
Sì, per aprire una qualsiasi attività è necessario averla. La procedura è davvero semplice ed economica, ed è uguale sia per le persone fisiche che per quelle giuridiche. 
Per aprire un conto corrente in Bulgaria è necessario presentare un documento di identità e compilare la modulistica richiesta dalla banca in sede di apertura, accettando le condizioni generali previste dalla stessa. Questo modulo funge anche da contratto in presenza di un funzionario autorizzato dalla banca o da una verifica notarile. Il conto può essere aperto in leva, euro o dollari.Nel caso di società (persone giuridiche) occorre presentare alla banca anche lo statuto della società, il certificato di registrazione della stessa e le eventuali deleghe di tutte le persone che potranno operare nel presente conto (queste dovranno essere firmate da un funzionario della banca o legalizzate da un notaio).Nel caso di persone giuridiche straniere non residenti, si deve presentare la visura camerale oppure un documento che certifichi la costituzione della società e che ne dimostri lo stato legale attuale (questo documento varia a seconda delle diverse legislazioni dei paesi). Per il resto vanno presentati i medesimi documenti previsti per le persone giuridiche di cui sopra, l’unica differenza sostanziale consiste nel fatto che tutti i documenti provenienti dall’estero, comprese le deleghe, devono essere legalizzati da un notaio, tradotti in lingua bulgara e legalizzati successivamente anche dall’Ambasciata bulgara nel rispettivo paese. Se il paese non ha aderito alla convenzione dell’Aia, allora tutti i documenti devono essere legalizzati tramite apostilla.Sostanzialmente le procedure non sono molto complesse e le banche bulgare sono sempre ben disposte verso lo straniero, soprattutto se si parla di società. Le spese di tenuta conto variano da banca a banca ma sono sempre relativamente più basse rispetto all’Italia. Il consiglio comunque è sempre quello di andare a parlare con i diversi istituti di credito, chiedendo le informazioni che vi interessano e confrontando i vari costi che vi propongono.
La connessione internet in Bulgaria è costituita dalla fibra ottica che è diffusa in gran parte del paese. Nella capitale, Sofia, si può arrivare ad ottenere una connessione con velocità superiore ai 100 Mbps e, comunque, anche nelle altre città principali la rete è di alta qualità.

Servizi

Consulta la pagina Servizi per sapere in dettaglio come ti possiamo aiutare.

Contattaci

Se hai domande o vuoi discutere le tue idee e progetti, visita la pagina Contatti.

This article is also available in: enInglese